Abbronzatura e lettini solari

Abbronzatura

L’abbronzatura è il risultato che si osserva quando la cute assume un colorito più scuro rispetto al colore abituale della pelle ossia quando la cute “si abbronza”. L’abbronzatura può essere dannosa e pericolosa per la salute quando deriva dall’uso di lettini solari, da un’esposizione accidentale o dall’eccessivo tempo trascorso in spiaggia senza aver adottato delle adeguate precauzioni.

L’effetto abbronzato è il risultato dell’azione dei raggi ultravioletti, del sole o delle lampade abbronzanti, che danneggiano la cute inducendo alterazioni a livello del DNA cellulare. Il danno cumulativo determinato dalla radiazione UV può essere responsabile di fenomeni quali l’invecchiamento cutaneo precoce (rughe, lassità cutanea, macchie), come anche tumori della pelle.

Falsi miti associati all’ esposizione solare:

Falso

Vero

L’abbronzatura è salute

L’abbronzatura rappresenta una difesa del nostro corpo nei confronti del danno da radiazione UV

L’abbronzatura difende dal sole

L’abbronzatura di una pelle chiara offre solo un basso fattore di protezione

Non ci si scotta al sole in una giornata nuvolosa

Durante una giornata nuvolosa possono penetrare fino all’80% dei raggi solari UV. La foschia nell’atmosfera può inoltre aumentare l’esposizione alla radiazione UV

Non ci si scotta al sole mentre si fa il bagno

L’acqua offre una minima protezione all’azione diretta delle radiazionI UV; tuttavia il riflesso dall’acqua può aumentare l’esposizione indiretta  alle radiazioni UV

La radiazione UV durante l’inverno non è pericolosa

La radiazione UV è generalmente minore durante i mesi invernali, ma il riflesso dalla neve può raddoppiare l’esposizione globale, in particolare alle elevate altitudini

La protezione solare consente di esporsi al sole più a lungo

I prodotti per la protezione solare non sono concepiti per aumentare il tempo di esposizione al sole, ma per incrementare la protezione durante l’esposizione inevitabile. La protezione di questi prodotti dipende in maniera significativa dalla loro corretta applicazione

Prendere una pausa periodica durante l’esposizione solare consente di non scottarsi

L’esposizione ai raggi UV è cumulativa durante la giornata.

Quando non si avverte il calore dei raggi solari non ci si scotta

La scottatura solare è causata dalla radiazione UV che può non essere avvertita. La maggior parte del calore è causato dalla radiazione visibile e infrarossa del sole e non dai raggi UV.

Lettini solari

L’uso di lettini solari o lampade abbronzanti dovrebbe essere completamente evitato.  È stato dimostrato che coloro i quali ricorrono all’uso di tali dispositivi hanno una probabilità del 74% di sviluppare un melanoma rispetto a quelli che non li hanno mai utilizzati.  Le radiazioni UV emesse dei lettini solari possono determinare un danno del DNA delle cellule costituenti cutanee e, nel lungo periodo, l’accumularsi di tali danni può causare l’insorgenza di tumori della pelle.

I lettini solari vengono a volte proposti a fini commerciali come un valido strumento per ottenere un’abbronzatura senza rischi. In realtà, i lettini solari non sono più sicuri dell’esposizione solare naturale, e diversi studi hanno dimostrato come il ricorso a tali mezzi non abbia alcun effetto positivo sulla salute.

In molti paesi gli operatori sanitari stanno cercando di proporre leggi che vietino l’uso delle lampade abbronzanti; attualmente, in alcuni paesi europei il loro utilizzo è già stato vietato ai minori di 18 anni.