Carcinoma squamocellulare

Il carcinoma squamocellulare è la seconda forma più comune di tumore cutaneo.

Aspetto

I carcinomi squamocellulari spesso originano da cheratosi attiniche e possono apparire come lesioni rilevate della cute con superficie crostosa, o come chiazze rossastre desquamanti. Hanno una crescita relativamente rapida e possono andare incontro a ulcerazione ed essudazione. Spesso possono essere confusi con verruche.

 

Sede

I carcinomi squamocellulari possono comparire in ogni area del corpo, incluse le mucose e i genitali, ma di solito insorgono in aree fotoesposte, compresi il viso, il cuoio capelluto, le orecchie, le labbra, il collo e gli arti. In particolare, sono prevalenti in aree cutanee sede di danno solare cronico con presenza di rughe e perdita del tono cutaneo.

 

Evoluzione

Se diagnosticati precocemente, i carcinomi squamocellulari sono facilmente trattabili. Se non trattati, possono infiltrare gli strati profondi della cute e causare deformazione permanente. In rari casi, i carcinomi squamocellulari possono dare metastasi ai linfonodi e agli organi interni, diventando potenzialmente fatali. Per tale motivo, il trattamento chirurgico è sempre raccomandato.