Cosa osservare

I tumori della pelle sono prevalenti in età avanzata, ma possono insorgere durante tutto l’arco della vita. Fortunatamente, possono essere identificate con un attento controllo, permettendo un trattamento precoce ed efficace.  Clicca sulle sezioni carcinoma basocellulare, carcinoma squamocellulare, cheratosi attinica e melanoma per conoscere i diversi tipi di lesioni cutanee da monitorare.

Durante l’autocontrollo delle proprie lesioni cutanee, i cambiamenti di seguito elencati costituiscono un possibile campanello d’allarme:

  • Cambiamento di colore, dimensioni e forma
  • Aspetto differente di una lesione rispetto a tutte le altre
  • Asimmetria e bordi irregolari
  • Dimensioni > 6 mm di diametro
  • Aspetto ruvido o squamoso al tatto (a volte una lesione può essere percepita al tatto prima che alla vista)
  • Aspetto multicolore
  • Prurito
  • Essudazione o sanguinamento
  • Aspetto perlaceo
  • Ferite che non guariscono

La mancanza di dolore non rende una lesione sospetta innocua. Non necessariamente le lesioni tumorali sono dolorose.

La regola dell’ABCDE

 

Un modo semplice per ricordare alcuni di questi segni è la regola dell’ABCDE.

 

  1. La lesione è Asimmetrica?
  2. Ha dei Bordi indistinti o irregolari?
  3. Cambia di Colore?
  4. È più grande di 6mm in Diametro?
  5. La sue dimensioni, forma o comportamento hanno avuto una recente Evoluzione?

 

Il segno del “Brutto Anatroccolo”

 

Tutti i nevi di un individuo hanno in genere un aspetto, una forma ed un colore  simili tra loro. Nel caso insorgesse una nuova lesione, differente dalle altre, questa potrebbe rappresentare una lesione sospetta. Questo è definito come il “segno del brutto anatroccolo”.